Altrenotizie - Fatti e notizie senza dominio

Lun
1 Maggio 2017
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Cinema

Io, Daniel Blake

Io, Daniel Blake

di Sara Michelucci

E’ una critica lucida e severa quella che Ken Loach lancia contro il sistema dei sussidi della Gran Bretagna. Lo fa con il nuovo film, Io, Daniel Blake, raccontando la storia di un falegname di 59 anni che, dopo una grave crisi cardiaca, si ritrova senza lavoro. Così è costretto a chiedere un sussidio statale. Il suo medico gli ha proibito di lavorare, ma per una serie di cavilli e incongruenze burocratiche si trova nella condizione di dover comunque cercare lavoro, altrimenti sarà sottoposto a una severa sanzione.

Passano i giorni, mentre aspetta che venga approvata la sua richiesta di indennità per malattia. Ma in occasione di uno dei vari colloqui al centro per l'impiego, Daniel incontra Katie, giovane madre single di due figli piccoli, la quale è in serie difficoltà economiche. Le due vite si uniranno in maniera indissolubile, mostrando un'umanità le cui speranze vengono messe a repentaglio da una forte politica di austerity da parte del governo britannico e dai tagli al sistema del welfare.

Loach, che con questo film si è aggiudicato la Palma d'Oro all'ultimo festival del cinema di Cannes, usa ancora la sua arte come strumento di impegno sociale, gridando attraverso la voce dei suoi personaggi contro le storture della società.

Il registro, come sempre, è chiaro e diretto, vicino a quelli che sono i personaggi e mai ridondante. La forza dei film di Loach è quella di ridestare nello spettatore passioni sopite, di provocare delle reazioni, di avere la forza e il coraggio di ribadire che c'è qualcosa che non va e che il prezzo si paga sulla pelle dei più deboli. E anche questa volta, Loach, è andato a segno.

Io, Daniel Blake (Gran Bretagna, Francia 2016)

REGIA: Ken Loach
ATTORI: Hayley Squires, Micky McGregor, Natalie Ann Jamieson, Dave Johnson, Colin Coombs
SCENEGGIATURA: Paul Laverty
FOTOGRAFIA: Robbie Ryan
PRODUZIONE: BBC, BFI, Sixteen Films
DISTRIBUZIONE: Cinema di Valerio De Paolis

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Piuma

Piuma

di Sara Michelucci

La gravidanza in giovane età torna protagonista al cinema con il film Piuma , firmato da Roan Johnson. Una storia tenera, che ricorda un po' quella di Juno diretto da Jason Reitman, qu...

Cafè Society

Cafè Society

di Sara Michelucci

Los Angeles e New York. Due città opposte, come lo sono Bobby e suo zio. Il primo è un ragazzo un po' imbranato, ma dai sentimenti sinceri e dalla voglia di farsi posto nel mondo. Il...

Indivisibili

Indivisibili

di Sara Michelucci

Edoardo De Angelis scegli di raccontare la storia di due gemelle siamesi nel suo ultimo film, Indivisibili . Il racconto ruota attorno a Viola e Dasy, le quali si esibiscono nei matrim...

Questi giorni

Questi giorni

di Sara Michelucci

Quattro amiche, un viaggio, il segno che qualcosa sta cambiando. Questi giorni , del regista ascolano Giuseppe Piccioni, traccia proprio il passaggio all'età adulta di quattro giovani ...

JPAGE_CURRENT_OF_TOTAL

Edicola internazionale

Internazionale.it
I link ai giornali di tutto il mondo

Le ragioni del no alla TAV

Notav

 

 

 

 


Appello per un ripensamento del progetto di nuova linea ferroviaria Torino – Lione, Progetto Prioritario TEN-T N° 6, sulla base di evidenze economiche, ambientali e sociali.

Leggi tutto

Cuba

Il terrorismo
contro Cuba
a cura di:
Fabrizio Casari
Sommario articoli

Questo sito è ottimizzato per
 
Firefox

Syndicate

feed-image Feed Entries