Altrenotizie - Fatti e notizie senza dominio

Lun
21 Agosto 2017
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Calcio

I dolori del giovane Icardi

I dolori del giovane Icardi

di redazione

È stata una domenica di follia per Mauro Icardi. E il pallone, purtroppo, c’entra poco. Il giovane attaccante nerazzurro è finito al centro di una bufera societaria per un passaggio della sua autobiografia in cui dipinge i tifosi interisti come una banda d’ingrati violenti che lui, da vero duro, non ha paura di affrontare. Anzi, sarebbe pronto a chiamare “100 criminali dall’Argentina per farli ammazzare tutti”.

Di fronte a una simile idiozia letteraria è abbastanza inutile chiedersi come mai a un ragazzo di 23 anni venga in mente di scrivere un’autobiografia. Il motivo è ovvio: qualcuno gliel’ha chiesta perché conta di venderla e di ricavarne profitto. Avrebbe più senso interrogarsi su chi siano questi committenti, che peraltro si identificano certamente anche con gli autori dell’opera. Senza nulla togliere alla vena autoriale di Maurito, questi libri vengono scritti da editor e ghost writer, non certo dai calciatori. E chissà se l’Inter si rende conto dello straordinario marketing editoriale che sta fornendo gratis a questi signori.

Il risultato sul campo è che, a San Siro contro il Cagliari, Icardi viene fischiato dai suoi tifosi e sbaglia un rigore sullo 0-0. Poco male, pensano nella curva nerazzurra quando nella ripresa Joao Mario mette dentro il suo primo gol interista. Sennonché gli ospiti riescono prima a pareggiare con Melchiorri, poi addirittura a ribaltare il risultato con un cross dello stesso Melchiorri che finisce in porta dopo una deviazione su cui Handanovic non fa una bella figura. Avere il 66% di controllo palla, vincere il 70% dei contrasti e tirare in porta 14 volte serve a poco se non si riesce a metterla dentro e giocare gli ultimi 20 minuti con 6 giocatori offensivi é un buon modo per farsi castigare.

L’Inter rimane così a 11 punti e scivola al decimo posto, mentre i cugini del Milan si guadagnano la seconda posizione portando a casa 3-1 il posticipo sul campo del Chievoverona, quinto a 13 punti (in rete Kucka, Niang e Bacca, inutile il gol di Birsa). I rossoneri salgono a quota 16 e riagganciano la Roma, vittoriosa sabato sempre per 3-1 in casa del Napoli, ora quarto a 14 punti. Festeggia la Juventus, che con il 2-1 di sabato in rimonta sull’Udinese (firmato da una doppietta di Dybala) sale a 21 punti ed ha già cinque lunghezze di vantaggio sulle inseguitrici più vicine.

Ma le brutte notizie per il Napoli non finiscono qui: gli azzurri vengono anche raggiunti in classifica dalla Lazio, che all’Olimpico fa 1-1 contro il Bologna. Peraltro, dopo il vantaggio emiliano firmato da Helander al decimo del primo tempo, i biancocelesti agguantano il pareggio solo al 97esimo grazie a un rigore molto dubbio su Wallace che Immobile trasforma con freddezza.

Recupera terreno il Sassuolo, che supera in casa il Crotone (sempre più ultimo con un solo punto) ribaltando nella ripresa il gol iniziale di Falcinelli con le reti di Sensi e Iemmello. I neroverdi salgono così a quota 12 e raggiungono il Genoa, fermato sullo 0-0 a Marassi dall’Empoli. Finisce a reti inviolate anche fra Fiorentina e Atalanta, che arrivano rispettivamente a 9 e 10 punti, senza riuscire a imprimere quell’accelerazione che ancora manca alla loro stagione.

In attesa del posticipo di questa sera fra Palermo e Torino, chiude il quadro della giornata l’1-1 nell’altro anticipo fra Pescara e Sampdoria, che arrivano a 7 e 8 punti in classifica. Fa tutto Campagnaro: prima l’autogol per il vantaggio degli ospiti nel primo tempo, poi la nella ripresa la rete del pareggio per gli abruzzesi.

 

Miracoli all’italiana

Miracoli all’italiana

di redazione

L’1-1 contro la Spagna e il 3-2 contro la Macedonia sono stati davvero due miracoli all’italiana. La Nazionale azzurra archivia la seconda e la terza giornata del girone di qualificazione ...

Roma e Milan, la resurrezione

Roma e Milan, la resurrezione

di redazione

Con una buona dose di fortuna e tanta rabbia, Roma e Milan si rilanciano vincendo due gare a dir poco emozionanti. Nel posticipo della settima giornata, i giallorossi superano 2-1 l’Inter....

Serie A, primo solco di Juve e Napoli

Serie A, primo solco di Juve e Napoli

di redazione

Dopo sei giornate di Campionato, Juventus e Napoli scavano il primo solco nella classifica di Serie. I pareggi dell’Inter a Bologna e del Milan con la Fiorentina, insieme alla sconfitta de...

La Signora risale

La Signora risale

di redazione

Dura poco la permanenza al secondo posto della Juventus. Ad appena tre giorni dal sorpasso subito dal Napoli, la Signora si riprende la vetta della classifica a 12 punti e scaccia i fantas...

JPAGE_CURRENT_OF_TOTAL

Edicola internazionale

Internazionale.it
I link ai giornali di tutto il mondo

Le ragioni del no alla TAV

Notav

 

 

 

 


Appello per un ripensamento del progetto di nuova linea ferroviaria Torino – Lione, Progetto Prioritario TEN-T N° 6, sulla base di evidenze economiche, ambientali e sociali.

Leggi tutto

Cuba

Il terrorismo
contro Cuba
a cura di:
Fabrizio Casari
Sommario articoli

Questo sito è ottimizzato per
 
Firefox

Syndicate

feed-image Feed Entries