Altrenotizie - Fatti e notizie senza dominio

Mer
23 Aprile 2014
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

L'ITALIA CHIEDA L'ESTRADIZIONE DI POSADA CARRILES

Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

Appello firmato da Nadine Gordimer, Salim Lamrani, Noam Chomsky, Adolfo Pérez Esquivel, Gianni Minà y José Saramago

Il noto criminale Luis Posada Carriles, il vecchio agente della CIA venezuelano responsabile di decine di attentati terroristici, si trova in stato di detenzione preventiva in un carcere di El Paso, in Texas.

La giustizia statunitense rifiuta di sottoporlo a giudizio per i crimini commessi, lo mantiene in stato d'arresto solo per irregolarità migratoria in territorio statunitense, inoltre, nonostante Posada Carriles abbia causato la morte di più di un centinaio di persone nel corso di un quarantennio di terrore, rifiuta di estradarlo in Venezuela, violando ben tre trattati internazionali antiterrorismo siglati fra le due nazioni.

Tra l'altro, Carriles è responsabile dell'assassinio del cittadino italiano Fabio Di Celmo, vittima di un attentato dinamitardo il 4 settembre 1997 nell'hotel Copacabana dell'Avana. Raúl Ernesto Cruz León, il terrorista di origine salvadoregna che aveva piazzato l'ordigno, fu arrestato il giorno stesso dell'attentato; egli dichiarò di essere stato reclutato il 12 giugno 1997 ed istruito dal salvadoregno Francisco Chávez Abarca, sotto la direzione e il finanziamento di Luis Posada Carriles.

Il 12 luglio del 1998, in un'intervista concessa ai giornalisti Ann Louise Bardach y Larry Rother del New York Times, Luis Posada Carriles riconobbe di essere l'ideatore dell'attentato che costò la vita del giovane italiano, ammettendo pure il finanziamento dell'operazione da parte della Fondazione Nazionale Cubano Americana (FNCA). Nell'intervista dichiarò con cinismo che Fabio Di Celmo "si trovava nel posto sbagliato al momento sbagliato" e negò ai giornalisti qualunque problema di coscienza, affermò anche che non si pentiva per niente e che dormiva sonni tranquilli.

Nel settembre del 1999, sulla base delle interviste a Carriles di CBS e del News York Times, il portavoce della Commissione dei Diritti Umani dell'ONU sul Mercenarismo, ha confermato la responsabilità di Luis Posada Carriles nella morte di Fabio Di Celmo.

Il popolo e la giustizia italiana devono esigere dal loro governo la richiesta di estradizione di Carriles, perché deve rispondere dell'assassinio di Fabio Di Celmo. La memoria di tutte le vittime del terrorismo richiede che la giustizia trionfi sull'impunità.

19/07/2006

 

Edicola internazionale

Internazionale.it
I link ai giornali di tutto il mondo

Le ragioni del no alla TAV

Notav

 

 

 

 


Appello per un ripensamento del progetto di nuova linea ferroviaria Torino – Lione, Progetto Prioritario TEN-T N° 6, sulla base di evidenze economiche, ambientali e sociali.

Leggi tutto

Cuba

Il terrorismo
contro Cuba
a cura di:
Fabrizio Casari
Sommario articoli

Libri

Silvia Mari - Il rischio
Scarica in PDF

Questo sito è ottimizzato per
 
Firefox