Altrenotizie - Fatti e notizie senza dominio

Lun
25 Settembre 2017
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

In viaggio con Jaqueline

Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

di Sara Michelucci

Un "on the road" piuttosto fuori dal comune quello proposto dal regista Mohamed Hamidi nel suo In viaggio con Jaqueline. La storia è quella di un piccolo agricoltore algerino, Fatah, e della sua adorata mucca Jaqueline, per la quale sogna un futuro grandioso: poterla portare al Salone Internazionale dell'agricoltura di Parigi. Fatah vuole riabilitare anche se stesso di fronte alla comunità che non ha molta fiducia nelle sue possibilità, nonostante lo finanzi per intraprendere il viaggio, dopo aver ricevuto il tanto atteso invito dalla capitale francese.

Con la colletta di tutti i compaesani e, nonostante il parere contrario della moglie, attraversa il mare e approda a Marsiglia dove vive suo cognato con il quale, però, non ha un bel rapporto. Da qui inizia per Fatah e Jaqueline un viaggio faticoso a piedi attraverso tutta la Francia.

Tanti gli incontri che i due faranno, mettendosi a volte nei guai, ma scoprendo anche una bella umanità, fatta di aiuto reciproco, comprensione e scambi culturali. All'ottusità di alcuni personaggi si contrapporrà la solidarietà di altri, tra sorprese, commozione e tante risate.

Interessante anche il ruolo da protagonista dato ai media. Fatah infatti diventerà un vero e proprio caso mediatico, punto di unione tra Francia e Algeria, quasi a voler simboleggiare un elemento di  contatto e di superamento di antiche ostilità.

Ritmi lenti e lunghe traversate metteranno in scena una bella umanità, dove l'elemento grottesco di portare una mucca al guinzaglio si combina bene con la volontà di superare pregiudizi e confini che sono, prima di tutto, mentali. Il riferimento a una Francia scossa da attentati terroristici e da rigurgiti nazionalistici non è poi così lontano.

In viaggio con Jaqueline (Francia 2016)

REGIA: Mohamed Hamidi
ATTORI: Fatsah Bouyahmed, Jamel Debbouze, Lambert Wilson, Julia Piaton, Hajar Masdouki, Patrice Thibaud
SCENEGGIATURA: Alain-Michel Blanc, Fatsah Bouyahmed, Mohamed Hamidi
FOTOGRAFIA: Elin Kirschfink
MONTAGGIO: Marion Monnier
MUSICHE: Ibrahim Maalouf
PRODUZIONE: Quad Productions
DISTRIBUZIONE: Teodora Film

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Edicola internazionale

Internazionale.it
I link ai giornali di tutto il mondo

Le ragioni del no alla TAV

Notav

 

 

 

 


Appello per un ripensamento del progetto di nuova linea ferroviaria Torino – Lione, Progetto Prioritario TEN-T N° 6, sulla base di evidenze economiche, ambientali e sociali.

Leggi tutto

Cuba

Il terrorismo
contro Cuba
a cura di:
Fabrizio Casari
Sommario articoli

Questo sito è ottimizzato per
 
Firefox