Altrenotizie - Fatti e notizie senza dominio

Ven
18 Agosto 2017
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

La Juve stecca, ma allunga

Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

di redazione

La Juventus manca il match point, ma aumenta comunque il vantaggio sulla Roma a otto punti. I bianconeri al Friuli avevano l’occasione di portare a 10 lunghezze (e perciò a quattro partite) il distacco fra sé e la seconda in classifica, ma un’Udinese più combattiva del solito ferma i Campioni d’Italia sull’1-1. Anzi, sono addirittura i padroni di casa a passare in vantaggio nella prima frazione, con Zapata abile a superare Bonucci e poi fortunato nel battere Buffon con un rimpallo.

Per il pareggio della Signora bisogna attendere la ripresa: in una giornata svagata per Higuaìn e Dybala, è ancora Bonucci protagonista, con un colpo di testa vincente su una punizione contestata dall’Udinese. Sembra incredibile, ma questo è il primo pareggio della Juventus in Campionato da oltre un anno: l’ultimo era stato lo 0-0 con cui il 19 febbraio 2016 il Bologna aveva interrotto una serie di 15 vittorie di fila per la squadra di Allegri. Forse è ancora prematuro decretare la fine della lotta per il titolo, ma a questo punto per ipotizzare una rimonta della Roma, sconfitta sabato all’Olimpico per 2-0 dal Napoli, ci vuole davvero una buona dose di fantasia.

"Venivamo da un periodo impegnativo, dove abbiamo giocato partite di grandi importanza e oggi abbiamo trovato un’Udinese che ha pareggiato con grandi meriti – è il commento di Allegri – Noi non abbiamo fatto una grande partita, ma quando non puoi vincere è molto importante non perdere. I friulani ci hanno raddoppiato sempre, invitandoci a giocare la palla sopra, anche se avremmo dovuto comunque muoverla con più tranquillità. Siamo stati un po’ frettolosi, ma è comunque un punto importante per la classifica. E anche con una vittoria non avremmo ritenuto chiuso il discorso scudetto".

Nella corsa per l’Europa Leaguela Lazio supera di un punto l’Atalanta e torna da sola in quarta posizione. Dopo l’inatteso 0-0 fra i bergamaschi e la Fiorentina, nel posticipo domenicale i biancocelesti vincono senza difficoltà in casa del Bologna, alla quarta sconfitta casalinga consecutiva. Il 2-0 finale porta la firma di Immobile, che con questa doppietta arriva a quota 16 gol in classifica marcatori.

Classifica dominata al momento da Belotti, che arriva a 22 reti staccando Higuaìn e Dzeko grazie alla tripletta che consente al Torino di rimontare e battere il Palermo. Certo, non saranno come la coppia Vieri-Inzaghi dei bei tempi che furono, ma la forma fisica e la capacità realizzativa di Immobile e Belotti non possono che far sorridere il commissario tecnico della nazionale azzurra, Giampiero Ventura.

Per quanto riguarda le milanesi, l’Inter torna a vincere con una prestazione di rabbia, disintegrando 5-1 il Cagliari fuori casa. In rete due volte Perisic, poi Banega su punizione, Icardi su rigore e Gagliardini con una staffilata da fuori che sorprende l’impresentabile Gabriel e regala al giovane centrocampista la gioia del primo gol in Serie A. Con questo pokerissimo ai nerazzurri riesce il controsorpasso ai danni dei cugini del Milan, vittoriosi 3-1 sul Chievo in un altro degli anticipi di giornata.

Nella parte bassa della classifica, il Crotone riesce a racimolare il 15esimo punto di questo Campionato superiore alle sue possibilità pareggiando 0-0 in casa contro il Sassuolo. Il Pescara invece continua la sua via crucis, uscendo sconfitto per 3-1 dallo scontro di sabato contro la Sampdoria. Infine, il Genoa sorpassa di un punto il Bologna superando 2-0 l’Empoli.

 

Edicola internazionale

Internazionale.it
I link ai giornali di tutto il mondo

Le ragioni del no alla TAV

Notav

 

 

 

 


Appello per un ripensamento del progetto di nuova linea ferroviaria Torino – Lione, Progetto Prioritario TEN-T N° 6, sulla base di evidenze economiche, ambientali e sociali.

Leggi tutto

Cuba

Il terrorismo
contro Cuba
a cura di:
Fabrizio Casari
Sommario articoli

Questo sito è ottimizzato per
 
Firefox